Il sentiero delle mule
>>
Iniziale
>
A piedi
>
Il sentiero delle mule
La Grave

Il sentiero delle mule

Pastoralismo
Storia ed architettura
Incorpora questo articolo per accedervi offline

Camminando su questo sentiero, come si può non essere colpiti da tutti queste terrazze che circondano i paesi della zona ? All’inizio del secolo scorso, erano tutte coltivate.

Gli agricoltori che andavano a falciare le praterie della Piattaforma di Emparis prendevano quest’itinerario emblematico dei Chemins d’Avant (i cammini di una volta). Le mule pesantemente cariche delle loro borse di fieno portavano il loro prezioso carico giù da questo sentiero. Molto frequentato dai camminatori del GR 54, si è degradato col passar del tempo. Rispettare le sue curve a U appena ritracciate permette di proteggere questo bell’itinerario.


6 I patrimoni da scoprire
Fauna

Savoir-faire

I lavori agricoli dell’autunno e dell’inverno

Sin dal mese di settembre, i cereali tagliati alla falce erano messi ad asciugare in « bourles » (piccole biche di una decina di covoni) sulla parte alta delle terre (campi). Una volta battuti, i semi di segale erano messi ad asciugare al sole, poi raggiungevano il mulino e  poi il forno per la preparazione del pane nero. Dalla fine del mese di novembre fino all’inizio di maggio, bisognava curare le bestie nelle stalle. Il letame di mucca veniva trasportato nei campi su delle slitte, mentre il letame di pecora veniva tagliato in « blettes » che, una volta asciutte, servivano a scaldarsi e a cucinare. In un locale apposito per la conservazione dei formaggi, il latte veniva trasformato in burro e in formaggio.
Leggere di più
Savoir-faire

I lavori agricoli della primavera e dell’estate

In primavera bisognava : « lever terme » ossia rialzare la terra con l’aiuto di cassette tirati da muli). Arature, semine, piantaggioni seguivano : segale (che occupava la terra per due anni), orzo, avena e patata. L’estate non poteva finire senza che i fienili fossero stati riempiti di fieno. Falce (« enchaplées » cioè battute su un’incudine), rastrelli, « bourasses » (reti), servivano ogni giorno. Per permettere lo sverno delle bestie in inverno, pressoché 80 kg di fieno erano necessari : 25 per ogni mucca da latte e 5 per ogni pecora.
Leggere di più
Fauna

Fauna

Fauna


Descrizione

Dal punto di partenza del Chazelet (1770m), scendere in direzione del paese lungo il parcheggio. Al primo bivio, non salire nel paese ma prendere a U sulla destra in direzione del piede degli impianti di risalita. Attraversare il Gâ alla partenza della seggiovia poi seguire le larghe curve a U che risalgono tutto il versante Est della Piattaforma di Emparis.Vista eccezionale sulla comba di Malaval situata 1000 m più in giù. Passare vicino ai ruderi di « Maison Rouge » e di « Pré Veyraud » (2132m). Girare a destra in direzione del piccolo colle (2164m). A questo punto, raggiungere il GR 54, e seguirlo scendendo fino ai banchi. Ai banchi, prendere a sinistra e prendere il sentiero he attraversa la seggiovia della Piattaforma di Emparis e raggiunge la frazione di Clot Raffin. Prendere il cammino che porta al ponte situato alla partenza degli impianti di risalita. Risalire al Chazelet passando da una pista larga per raggiungere il punto di partenza dell’itinerario.

Partenza : Frazione del Chazelet
Comune attraversato : La Grave

Profilo altimetro


Raccomandazioni

Rispettare le sue curve a U appena tracciate di fresco, significa proteggere questo bell’itinerario.


Luoghi di informazione

Ufficio del Turismo della Grave, La Meije – Villar d’Arène

RD 1091, 05320 La Grave

http://www.lagrave-lameije.com/

ot@lagrave-lameije.com

+33 (0)4 76 79 90 05

Saperne di più

Trasporto

Autobus Grenoble stazione stradale /SNCF – La Grave / Villar d’Arène – Briançon (LER 35 – Transisère)


Accesso stradale e parcheggi

Da Bourg-d’Oisans, seguire la D1091 e attraversare La Grave. All’uscita del tunnel, prendere a destra la D33 e seguire la direzione dello Chazelet.

Parcheggio :

Parcheggio dello Chazelet

Leggi di più


Autore

Parc national des Ecrinshttps://www.ecrins-parcnational.fr

Segnala un problema o un errore

If you have found an error on this page or if you have noticed any problems during your hike, please report them to us here: