Rando Ecrins

Buono a sapersi

Il « Parc national des Ecrins » è un territorio di montagna propizio all’escursionismo, in cui le gite necessitano di una preparazione.

L’innevamento invernale e primaverile implica che la rete di sentieri sfruttati venga aperta progressivamente dalla fine della primavera fino all’inizio dell’autunno. Gli accessi ai colli e rifugi più in alto rimangono a volte innevati fino a luglio. La preparazione delle escursioni necessita quindi di un’attenzione particolare sulle condizioni in cui verranno effettuate.

Les « Maisons du Parc » e gli « Offices de tourisme » degli Ecrins sono le strutture più qualificate per informarvi sullo stato dei sentieri e le eventuali difficoltà temporanee (lavori, frane, ecc.).

Vedere i recapiti delle « Maisons du Parc ».

Preparate al meglio la vostra gita per farla in tutta sicurezza :

  • Localizzate il vostro itinerario ed accertatevi delle condizioni di accesso ai sentieri del settore ;
  • Assicuratevi dell’adeguatezza fra il livello di difficoltà dell’itinerario e la vostra forma fisica ;
  • Informatevi sulle condizioni meteo prima della vostra partenza ;
  • Portatevi dietro una cartina sufficientemente precisa ed informate un persona che vi è prossima del vostro percorso ;
  • Partite attrezzati da scarpe da escursionismo e da vestiti caldi ed impermeabili
  • Non dimenticatevi di portare dell’acqua, da mangiare ed una protezione solare ;
  • Prenotate la vostra nottata nei rigugi o « gîtes d’étape ».

Livelli di difficoltà :

Le gite presentate in « Rando Ecrins » sono state selezionate in funzione del loro interesse e del loro livello di difficoltà (durata e dislivello). Questi ultimi criteri sono specificati in ogni scheda circuito ed il motore di ricerca propone una scelta di selezione sulla base della difficoltà. Le durate e difficoltà annunciate nelle schede sono indicative.

Molto facile : camminate di meno di 6km e di meno di 2H, che non presentano nessuna difficoltà particolare, e piuttosto adatte a famiglie con bambini.

Facile : gite tra le 2 e le 3 ore, che presentano un dislivello massimo di circa 400 metri. Itinerari adatti agli escursionisti occasionali, alle famiglie attive e ai genitori escursionisti con bambini a spalla.

Media :itinerari alla giornata, dalle 3 alle 5ore, per escursionisti abituati a delle gite su terreni scoscesi con dislivelli superiori ai 400m.

Difficile :escursione di più di 5ore, destinata ai camminatori esperti e sportivi su lunghe distanze. Forti dislivelli su terreni alpini accidentati.

Segnaletica dei sentieri :

I sentieri del Parc national sono picchettati da una segnaletica direzionale alle partenze ed ai bivi degli itinerari.
I siti che danno accesso al cuore del Parco nazionale sono segnalati da pannelli di ingresso composti da una piantina, da un richiamo della regolamentazione e da informazioni sul patrimonio.
Sui sentieri, i limiti del cuore del Parco nazionale vengono indicati da segni azzurri, bianchi e rossi dipinti sulle rocce.
L’entrata nel cuore del parco viene segnalata da pannelli segnaletici che ne richiamano la regolamentazione.

Informazioni utili ed in caso di urgenze :

Parc national des Ecrins : 04 92 40 20 10

Soccorso in montagna (38) : 04 76 22 22 22

Soccorso in montagna (05) : 04 92 22 22 22

Chiamata europea d’urgenza : 112

Samu : 15

Meteo montagna : 32 50 - www.meteofrance.com

Meteo Isère Meteo Hautes-Alpes

Cani da difesa dei greggi :

Alcune gite attraversano alpeggi pascolati da greggi. Questi ultimi sono spesso custoditi da cani da pastore o da cani da difesa contro i predatori, come i « patous ». Questi cani non hanno nessuna aggressività particolare nei confronti dell’uomo ma siccome il loro ruolo è di difendere il gregge, possono mostrarsi « protettori ». Viene quindi consigliato agli escursionisti di proseguire il loro cammino tranquillamente e di aggirare i greggi negli alpeggi.

Le marmotte e l’uomo :

Durante la bella stagione, nelle praterie e gli alpeggi del « Parc national des Ecrins », le marmotte si lasciano facilmente osservare per il sommo piacere di tutti.

Nutrire le marmotte come se fosse un animale domestico modifica il loro comportamento e la loro percezione del rischio, il che le espone un po’ di più ai loro predatori naturali (aquile, volpi…). Proporle delle derrate grasse, del cioccolato od altri alimenti è contrario alla loro alimentazione a base di vegetali.

Infine, il nutrire a mano una marmotta presenta un vero rischio : una dentata con delle incisivi di una temibile efficacia !

Observation de la faune :

L'observation de la faune et de la flore, la découverte de sites remarquables seront d'autant plus enrichissantes qu'elles auront été préparées. Longues-vues, jumelles, appareils-photographiques, carnets de croquis ou de notes sont autant d'outils d'observation qui garantissent l'intimité de la vie sauvage et la lecture des paysages. Dans la nature, on est toujours chez quelqu'un, soyez l'invité permanent des Ecrins.


Panneaux d'entrées du Parc - commune de Pelvoux - © PNE - Maillet Thierry

Signalétique des sentiers - © PNE - Coursier Cyril

Signalétique réglementation - © PNE - Coursier Cyril